Dichiarazione dei redditi: detrarre le spese assicurative

Le polizze assicurative rappresentano in molti casi una forma di tutela irrinunciabile per i nostri beni più preziosi. Dalla polizza rc auto a quella sulle spese mediche, le assicurazioni sono diventate ormai una voce di spesa costante all’interno del bilancio familiare. Oggi Spenderemeglio vi spiega come poter risparmiare sulla detrazione delle polizze assicurative dalla dichiarazione dei redditi.

Prima di tutto èperò necessario sottolineare che le spese per la polizza rc auto e per le polizze vita a fini pensionistici sono escluse dalla detrazione. Infatti per questi tipi di polizza viene applicato il regime fiscale della deduzione che si traduce nelle seguenti agevolazioni:

  • Polizza rc auto: è possibile dedurre il 10,50% delle spese versate al S.S.N
  • Polizza vita a fine pensionistico:  le polizze stipulate prima del 31/12/00 non sono deducibili. Per il periodo successivo è possibile dedurre il 12% del reddito annuo complessivo, fino ad un massimo di 5.164,27 euro.

Una volta specificate le polizze deducibili è possibile fare una breve panoramica sulla detrazione delle spese sull’assicurazione dalla dichiarazione dei redditi. I termini generali di detrazione prevedono un’aliquota fissa del 19% fino ad un massimo di 1.291,14 euro.

Tuttavia il fisco, in certi casi, applica un particolare regime di detrazione:

  • polizze vita caso morte: si applica la detrazione tradizionale ad aliquota fissa del 19%;
  • polizze caso vita, miste, rivalutabili, capitalizzazioni, index e unit linked: le polizze stipulate o rinnovate al 31/12/00 sono detraibili solo con durata non inferiore a 5 anni e senza possibilità di ottenere prestiti. Per le polizze stipulate o rinnovate dopo tale data è possibile detrarre solo per la parte di premio relativa alla copertura del rischio morte e invalidità permanente qualificata (superiore al 5%);
  • polizze infortuni: per le polizze stipulate o rinnovate prima del 31/12/00 si applica la detrazione ad aliquota fissa (19%) mentre per le polizze stipulate dopo tale data è possibile detrarre solo per la parte di premio relativa alla copertura del rischio morte e invalidità permanente qualificata (superiore al 5%);
  • polizze malattia: per le polizze stipulate dopo il 31/12/00 è possibile detrarre solo per la parte di premio relativa alla copertura del rischio morte e invalidità permanente qualificata (superiore al 5%). Non è possibile detrarre le spese per le polizze stipulate o rinnovate prima del 31/12/00;
  • polizze che coprono il rischio della non autosufficienza: per le polizze stipulate dopo il 31/12/00 è possibile detrarre solo con la garanzia della copertura per l´intera vita dell’assicurato senza possibilità di recesso da parte dell’ impresa.

Il fisco dà quindi le possibilità per detrarre le spese delle polizze assicurative dalla dichiarazione dei redditi, occorre solo  un po’ di attenzione per le condizioni di detrazione!